Che stile!!!

What style want

Che stile!!!

Che stile! Ecco la frase che tutti i clienti dovrebbero esclamare dopo essere entrati in un tempio del food. Sì, un tempio del food. Perché in Italia, dove il cibo è arte “sacra”, ogni luogo dove si produce o si vende, si lavora o si reinterpreta dovrebbe essere pensato, vissuto e presentato proprio così. Come un tempio.

E, prima di avere l’opportunità di assaggiare le prelibatezze proposte. Ancora prima di poter addentare una delizia culinaria, il cliente dovrebbe essere colpito, ammaliato e convinto dallo stile che si respira. Stile che si percepisce dalle luci e dall’arredamento, stile che “annusa” dai colori e dalle divise del personale…

Lo stile

Stile, sì, proprio quello sconosciuto: purtroppo per molti è una parola che suona altezzosa e antipatica, distante e inutile. Ma non fraintendetelo. Stile non fa rima con ambiente snob e tenute ingessate, tovaglie bianchissime e luci soffuse. Non per forza. Stile si sposa alla perfezione anche con sorrisi cordiali e runner di iuta, barattoli di latta con fiori freschi e tavoli di legno, t-shirt bianche e grembiuli beige.

Identità

Insomma, non c’è una regola scritta valida per tutte le realtà del food. Una direttiva che tutti dovrebbero seguire. Ognuno ha il suo stile e dovrebbe svilupparlo, esprimerlo e valorizzarlo al meglio. L’elemento chiave forse è proprio il pronome possessivo. Spesso ci si impone di seguire uno stile perché “fa figo”, perché “è così che si fa”, perdendo identità e autenticità e pensando erroneamente che il cliente non se ne accorga. È così che nascono locali impersonali e freddi, asettici e poco accoglienti, con personale formale, poco empatico e garbato.

Insomma, non so voi, ma io quando entro in un locale – che si tratti di un bar o di un’enoteca, di un ristorante o di una trattoria poco importa – devo un po’ innamorarmi di quello che vedo, devo respirare cordialità e armonia, anche nelle scelte creative e stilistiche, assaporare di gusto e con gusto, non solo le ricette proposte.

buon stile a tutti!

 

CHI È STILLY?

Ciao Amici! Mi chiamo Stilly, sono la vostra personal stylist e personal shopper gratuita! Il mio sogno è aiutare le persone a sentirsi bene ovunque e con chiunque. Grazie all’outfit giusto. Sul mio blog trovate tanti consigli utili su come, quando e dove indossare un capo. Potete anche acquistarlo grazie ai link diretti. Se, invece, volete un look personalizzato scrivetemi e io vi seguirò, passo dopo passo, nella scelta dello stile che fa per voi!

L’IDEA

Camilla Buffoli e Federica Malvicini sono le ideatrici dell’avatar Stilly e le fondatrici della piattaforma web whatstylewant.com. Trent’anni, bresciane di nascita. Oltre alla laurea in giurisprudenza e un master in economia e sviluppo d’impresa, hanno maturato un’esperienza pluriennale nei media. Lavorando come giornaliste pubbliciste per testate di carta stampata, emittenti televisive e portali web. Nel 2013 la grande passione per la moda ha dato vita all’innovativo progetto Stilly, la prima personal stylist virtuale gratuita. Diventato nel 2015 una start up di successo: la WSW Srl.

La tua prima personal Stylist gratuita online

 

 

 

Condividi queste informazioni
Written By

Personal stylist e personal shopper gratuita! Il mio sogno è aiutare le persone a sentirsi bene ovunque e con chiunque. Grazie all’outfit giusto. Sul mio blog trovate tanti consigli utili su come, quando e dove indossare un capo. Potete anche acquistarlo grazie ai link diretti. Se, invece, volete un look personalizzato scrivetemi e io vi seguirò, passo dopo passo, nella scelta dello stile che fa per voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 3 =