Perché la pizza del Gran Fausto è la più buona del lago di Garda

 Gran Fausto

Gran Fausto storia di un mito

Il nome del ristorante situato di fronte al porto di Portese, in una posizione unica, deve il suo nome al mito Fausto Coppi che lo inaugurò alla fine degli anni ’50. Il grande corridore soleva affittare la casa per le proprie vacanze, vista la breve distanza dalla sua “amata” Dama Bianca.

Successivamente lo stabile diventò una famosissima balera arricchita dalla presenza di un grande barbecue, dove si arrostiva il buon pesce di lago. Chi ha memoria delle serate del porto racconta di storie bellissime, ricche di allegria e tanta gioia di vivere.

Gran Fausto oggi

Nell’81 il ristorante Gran Fausto chiuso ormai da anni, è stato preso in gestione con grande mestiere dalla famiglia Bianconi, tutt’ora in campo per deliziare i palati degli innumerevoli stranieri del nord Europa e il gran numero di clienti affezionati che d’estate popolano il Porto di Portese.

Porto di Portese

Perchè la pizza di “Ale” è la più buona del lago di Garda

Ale è il primogenito nato con le mani in pasta, il quale fin da adolescente ha acquisito l’arte di impastare per la produzione della “pizza”. Nel corso degli anni Ale ha sposato la filosofia del buono, riferito all’attenta scelta e selezione delle materie prime, con le quali decora il suo disco di pasta bianca. Ale prepara ogni singola pizza come se fosse per se stesso, riproducendo gli stessi gesti, utilizzando gli stessi ingredienti, cercando di farla sempre più buona. Scrivendo queste righe mi viene in Mente il principio “ama il tuo cliente come te stesso”.

La pizza di Ale

Creazioni culinarie uniche

Dal Gran Fausto oltre alcuni classici è possibile gustare delle assolute specialità. La prima meriterebbe la registrazione del marchio perché si tratta di una creazione di Ale, nata durante un periodo di gara dove era a secco di carboidrati e pensava a cosa avrebbe voluto mangiare. L’immaginazione ci porta lontani e ci collega con i nostri desideri, ed è così che nasce la sfogliatina” di Ale (mozzarella, speck e carciofini, l’altra con salmone e zucchine). La sfogliatina è simile ad un calzone ma non lo è; è una pallina stesa finemente, farcita e fatta cuocere in forno a bassa temperatura per mantenerla soffice e croccante. L’impasto viene realizzato con un blend di tre farine diverse, prodotte da Molino Pasini, per ottenere una miscela personalizzata, la maturazione viene fatta a temperatura ambiente per le prime 24 ore e poi in frigo a 4 gradi, con solo un pizzico di lievito. Il risultato è un impasto croccante, leggero e saporito che ti invita a volerne mangiare un’altra.

La Pizza per gli sportivi

Per gli sportivi e gli amanti del fitness Ale propone la sua pizza di kamut 100% integrale: zero sale, zero grassi, alto contenuto proteico.

La pizza di “Ale” è la più buona del Garda, perché rispetta i tempi di maturazione dell’impasto, sceglie solo gli ingredienti migliori per i propri clienti ed offre un risultato unico per bontà e digeribilità di questo grande classico della cucina italiana. E tu cosa stai aspettando? Non ti è venuta voglia di mordere un’ottima schiacciatina al salmone?

Buon business a tutti!

Gran Fausto

DOWNLOAD EBOOK GRATUITO

Ebook cibo e marketing

clicca sul libro per lasciare l’email e scaricarlo

Condividi queste informazioni

 

Condividi queste informazioni
Written By

Cibo e marketing è il blog dove il cibo diventa business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + 13 =