Perché l’artigiano del cibo non ha mai tempo per il marketing?

 marketing

Perché l’artigiano del cibo non ha mai tempo per il marketing?

Ciao,
desidero iniziare questo articolo con una definizione semplice ma allo stesso tempo sintetica di quello che comunemente chiamiamo il marketing, cercando di comprendere qual’è il suo scopo:

il marketing è tutto ciò che rende Superflua la Vendita”

Cito questa frase di Peter Drucker economista e saggista austriaco, il quale mette il marketing prima delle vendite o meglio funzionale ad uno degli scopi di un’azienda del cibo vendere e fare clienti nuovi battendo la concorrenza.

Questa è la base teorica ma come ci dicevano i nostri nonni: “tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare”.
Nella mente di tanti artigiani il marketing (questa brutta parola americana) altro non è che la pubblicità classica alla quale siamo stati abituati per decenni. Basta spendere (non investire) denaro nella pagine dei giornali, cartelloni stradali, radio locale, televisione ecc…
Il problema di fondo di queste operazioni è l’impossibilità di calcolare il rendimento dell’investimento, o meglio il costo effettivo per ogni nuovo cliente che dopo la pubblicità entrerà nella mia azienda.

L’artigiano del cibo in Italia come forma mentis è un tecnico per eccellenza.

Cosa voglio dire?
In Italia siamo molto bravi nella produzione quindi tutte le nostre risorse, attenzioni, sono rivolte sul prodotto, come per dire una volta fatto poi si vende da solo o ancora peggio vediamo come venderlo.
Se parliamo di artigiani del cibo il loro pane quotidiano è il laboratorio, uno spazio tendenzialmente chiuso separato dalla zona di vendita dove vengono “spese” la gran parte del tempo e di conseguenza dell’energia, dell’attenzione che come vedremo sono risorse “limitate”.
In realtà la produzione rappresenta solo una parte del sistema aziendale anche se parliamo di artigiani.
La produzione è una parte molto strategica dove vengono analizzate le tendenze, la concorrenza, i bisogni del mercato, in base alle quali ricercare ed innovare.
Tornando alla citazione iniziale ne aggiungerei un’altra sempre di Peter Drucker:
“lo scopo di un’azienda è fare clienti, quindi le cose più importanti sono il marketing e l’innovazione tutto il resto sono costi”.
Marketing ed innovazione richiedono un’attitudine mentale, una visione da imprenditore-artigiano ed una continua ricerca, confronto, verifica, sperimentazione, per individuare le azioni e le strategie più efficaci e vincenti.
Il marketing è educazione: che potremmo definirlo come la capacità di tirar fuori, mostrare tutto il nostro potenziale, la nostra unicità, la nostra filosofia, i nostri punti di forza per farli conoscere a chi acquisterà i nostri prodotti con maggiore consapevolezza e valore.
Detto in altre parole educare attraverso il marketing vuol dire creare un’immagine forte di noi e della nostra azienda nella mente dei clienti, i quali attraverso azioni ripetute nel tempo ci perciperanno come degli esperti, dei grandi professionisti, scegliendoci rispetto alla concorrenza.
È come prendere il cliente per mano e guidarlo attraverso all’interno del nostro modello di business, della nostra identità differenziante, della nostra filosofia, dei nostri “sogni” e desideri che realizziamo attraverso la produzione artigianale fatta con le mani.

mani d'oro
L’imprenditore-artigiano ha l’oro tra le mani

L’imprenditore-artigiano ha l’oro tra le mani, ma spesso per abitudine, cultura, o disattenzione non lo vede o peggio ancora non se ne rende conto.
Assemblare diverse materie prime per realizzare un prodotto finito offre un grande vantaggio: trasmettere e comunicare la propria unicità, il proprio percorso professionale messo a disposizione dei clienti.
Come ripeto spesso negli incontri che svolto nell’attività con Molino Pasini, le persone che entrano in una pasticceria, in una pizzeria, in un panificio, nella stragrande maggioranza dei casi ignorano tutto ciò che c’è dietro la realizzazione di una brioches, di un tipo d’impasto o di un tipo di pane.
È giunto il momento in cui l’artigiano deve iniziare a “gridare” al mondo la sua storia, la sua passione, il perché tutti i giorni svolge un lavoro fatto anche di sacrifici, orari lunghi, zero festività, tutto questo per offrire il frutto del proprio lavoro o meglio della propria arte che viene messa a disposizione di chi la sa apprezzare.
Ma per apprezzare un’opera bisogna conoscerla, bisogna saperla decifrare, bisogna viverla, solo così si vive un’esperienza unica ed irreperibile.
Ecco, il marketing è una strumento capace di far vivere delle esperienze, attraverso il racconto di storie, di nuove idee, di progetti, di innovazione che fanno apparire l’imprenditore-artigiani sempre più in alto nella scala di apprezzamento mentale dei propri clienti.
Nei giorni nostri, grazie all’era dell’indormazione e di intenet chiunque può avere a disposizione degli strumenti per diffondere la propria comunicazione al mondo per farsi conoscere, per farsi apprezzare, per far emergere quel famoso potenziale che ognuno di noi ha dentro di sè e che è chiamato a far uscir fuori dalle proprie quattro mura o se preferite il termine dalla zona di confort.
Per di più il web-marketing a differenza della “vecchia” pubblicità offre un enorme vantaggio: tutto ciò che facciamo è misurabile e riscontrabile e livello numerico quindi analizzabile per poter decidere e capire quale strada seguire per raggioungere ed ottenere i propri obiettivi.
Lavorare sapendo di poter contare su un buon numero di clienti che conosce e valorizza la nostra attività produttiva è come avere dei fan i quali ci incitano e cin caricano per fare sempre meglio e vincere…
Cosa intendi per vincere ed avere successo? Avere la capacità di far accadere le cose e realizzare ciò che abbiamo in mente facendolo diventare reale e tangibile, proprio come un dessert il quale prima viene certo nella mente del pasticcere per poi pian piano prendere forma e manifestarsi.
L’obiettivo di questo articolo è quello di poter essere utile nel fornire un punto di vista ed una riflessione capaci di risvegliare il potenziale di ogni imprenditore-artigiano che ama la propria professione e vuole farla conoscere al mondo intero.

Buon business a Tutti.

DOWNLOAD EBOOK GRATUITO

Ebook cibo e marketing

clicca sul libro per lasciare l’email e scaricarlo

Condividi queste informazioni
Condividi queste informazioni
Written By

Cibo e marketing è il blog dove il cibo diventa business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =