Verrigni Sua Pastità

 

Pasta Verrigni

Verrigni Sua Pastità

L’Abruzzo, oltre a essere la mia regione d’origine, annovera alcuni dei migliori pastifici italiani, aziende che hanno fatto la storia della pasta.

Luigi Verrigni fonda il suo pastificio nel 1898 a Roseto degli Abruzzi.

118 anni di passione per la pasta, una storia intessuta di passione, di artigianalità, di tradizione e innovazione. Una storia capace di tramandare dal 1898, di generazione in generazione, l’amore per la propria terra e alla vocazione alla qualità più alta senza compromessi.

Oggi Verrigni, con i profumi e i sapori eleganti e decisi, propri della terra abruzzese, è sinonimo di eccellenza in tutta Italia e non solo.

Le semole provengono da grani duri selezionati e miscelati tra loro usando tecniche tradizionali, e per l’impasto c’è l’acqua delle sorgenti del Gran Sasso.

L’unicità della lavorazione

Nel 1898 la pasta Verrigni si ottiene dalla macinatura dei grani con macine a pietra, impastata con l’acqua del Gran Sasso ed essiccata all’aria, appesa alle canne di bambù. Successivamente vengono sperimentati altri metodi di essiccazione attraverso l’utilizzo di “camerini”, dotati di ventilatori a correnti e di fonti di calore costanti. Dopo aver preso forma attraverso le trafile in bronzo, la pasta viene fatta ancora essiccare all’interno dei camerini mobili, lentamente e a bassa temperatura tra i 45 e i 50 gradi con una durata che può arrivare fino ai tre giorni  in base ai formati secondo l’antica tecnica del “pre-incarto” in modo da non alterare le caratteristiche della materia prima e da rispettare in turati processi di fermentazione.  La forza di Verrigni è racchiusa nel valore della propria storia ma anche la capacità di chi la guida di capire e talvolta di anticipare i tempi con lungimiranza e coerenza da qui l’idea di Gaetano Verrigni di sperimentare nuove tecniche di lavorazione dell’impasto in collaborazione con l’artigiano orafo Sandro Seccia nasce la pasta con tre file in oro spaghetto oro e fossi loro prodotti non attivi ottenuti utilizzando per la prima volta in assoluto la trafilatura in oro: spaghettoro e fusilloro, prodotti innovativi ottenuti utilizzando per la prima volta in assoluto la trafilatura in oro

Lido 84 spaghettone Verrigni

Verrigni la pasta degli Chef

Personalmente ho avuto il gran piacere di conoscere la bontà della pasta Verrigni, degustando un piatto straordinario dello chef Riccardo Camanini del lido 84 di Gardone Riviera, il suo famosissimo spaghettone con burro di malga e lievito di birra.

Proprio venerdì scorso a causa di una interruzione del tratto autostradale tra Roseto e Pescara nord, sono arrivato nel parcheggio del pastificio Verrigni ed ho avuto il piacere di acquistare della buona pasta direttamente nello spaccio aziendale.

Ho preso lo spaghettone perchè cercherò di riprodurre la ricetta dello chef Camanini.

Verrigni è la pasta degli chef perchè utilizzata da nomi eccellenti della cucina italiana: Carlo Cracco, Moreno Cedroni, Viviana Varese e del grande Niko Romito 3 stelle Michelin unico ristorante in Abruzzo ad aver raggiunto tale riconoscimento mondiale.

Pasta Verrigni

Il marketing di Verrigni

Il marketing del pastificio Verdini nasce sicuramente dalla grandissima tradizione e storia del marchio artigianale nato 118 anni fa e dai suoi principi quali: la vocazione alla qualità più elevata senza compromessi.

Verrigni ha saputo creare nel tempo una percezione di eccellenza con una piccola dimensione  realmente artigianale.

Verrigni ha creato:

  • nel 2009 una nuova categoria di prodotto: la prima pasta al mondo trafilata in oro
  • nel 2010 nasce spaghettoro che verrà poi seguito da fusilloro e dai Quadri: RI-quadro, Pi-quadro e Soqquadro
  • nel 2011 dalla felice collaborazione con l’azienda agricola Valentini di Loreto Aprutino, nasce la pasta “VV” prodotta con grano San Carlo, coltivato a pochi km dal pastificio una filiera assolutamente chiara e sinonimo di vero Made in Italy, quindi la garanzia di massima tracci abilità (il grano San Carlo viene coltivato ad anni alterni per permettere al terreno di non perdere le proprietà nutritive)
  • usa solo grani italiani per la produzione della sua pasta i grani provengono da molte regioni italiane
  • con l’introduzione del biodinamico e l’ottenimento della certificazione Demeter, Verrigni completa la sua esperienza di azienda vicina al mondo della natura e della salute. L’agricoltura biodinamica, evitando pesticidi e concimi di sintesi ed utilizzando solo fertilizzanti naturali, nella sinergia t e bestiame e nel rispetto delle fasi lunari e dei cicli cosmici, rappresenta il passo successivo e più integrale del biologico.
  • box e packaging originali
  • un profumo Zero Zero Oro che in collaborazione con i maestri profumieri Durante – Pro Fumum – Roma, è nato dalle sensazioni olfattive scaturite dall’apertura dei pacchetti di fusilloro

Grande esempio di cibo e marketing e di valorizzazione di ogni aspetto capace di fare la differenza con tutti i loro competitors.

Buon business a tutti!

DOWNLOAD EBOOK GRATUITO

Ebook cibo e marketing

clicca sul libro per lasciare l’email e scaricarlo

Condividi queste informazioni
Condividi queste informazioni
Written By

Cibo e marketing è il blog dove il cibo diventa business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 1 =